Concerto in memoria di don Tullio Stefani

separator

Il concerto di questa sera vuol essere un riconoscente omaggio alla memoria di Tullio Stefani, scomparso l’8 ottobre 2014. Molteplici sono le attività che egli promosse e realizzò. Ma l’opera in cui maggiormente profuse intelligenza ed energie, e che sino alla fine fu oggetto delle sue attenzioni e preoccupazioni, è la Scuola Diocesana di Musica Santa Cecilia. Don Tullio, col sostegno decisivo di Mons. Guerrini e di Mons. Olmi, la avviò come continuazione aggiornata della “Scuola Diocesana di Musica Sacra” fondata da Mons. Berardi (1911-1968) e che lo stesso don Tullio diresse dal 1968 al 1973.
don Tullio Stefani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Scuola che don Tullio promosse lo commemora ora nel modo che sembra essere il meno estraneo alla sua personalità schiva, come pure alla concezione che egli aveva di una scuola di musica: egli riteneva che elementi qualificanti una scuola non siano primariamente le strutture, le articolate programmazioni e teorie didattiche, o tanto meno strategie orientate a rendere “vendibili” gli insegnamenti.
Dato irrinunciabile di una scuola, nel pensiero di don Tullio, è la qualità dell’insegnamento, assicurata da competenza, affidabilità e dedizione di docenti disponibili a mettere la propria professionalità a servizio di qualsiasi tipo di allievo, con l’obiettivo primario di “fare musica” bene o, come direbbe don Tullio, “con pulizia e dignitosamente”. Il nostro ricordo a un anno dalla scomparsa è quindi costituito dal “far musica” come gesto di gratitudine e di commossa memoria della sua persona e di quanto ha donato ai suoi cari, agli amici e colleghi, agli allievi.

 

PROGRAMMA DI SALA DEL CONCERTO (pdf)

 

 


separator