GIANCARLO PARODI

separator

IMG_3288 RGB NEW

CURRICULUM

Nato a Novi Ligure (AL) il 21 luglio 1938, si è diplomato in Pianoforte, in Organo e Composizione Organistica con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova. Dopo pubblico esame ha vinto la borsa di studio del Comune di Genova come miglior diplomato dell’anno. Ha conseguito il diploma di Abilitazione all’insegnamento di Musica e Canto Corale negli Istituti Magistrali e nelle Scuole Medie, dove ha iniziato la sua esperienza didattica.

In seguito a pubblico concorso nazionale per titoli ed esame, bandito nel 1968, è stato titolare della cattedra di Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio di Musica “Bonporti” di Trento (1969 – 1986) e in seguito al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano fino al 2002..

Professore Emerito di Organo Principale al Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma; attualmente è docente d’Organo presso la Scuola Diocesana di Musica “Santa Cecilia” di Brescia.

Ha ricoperto per due anni l’incarico di Direttore dell’Istituto Musicale “Giacomo Puccini” di Gallarate. Ha svolto per un cospicuo numero di anni l’attività di insegnante nel Seminario di Venegono Inferiore della Diocesi di Milano e nella Scuola diocesana di Musica Sacra di Trento.

Organista titolare dell’insigne Basilica Minore Romana di S. Maria Assunta di Gallarate dal 1963, è stato Presidente dell’Associazione Italiana Organisti di Chiesa per un quinquennio. È stato membro della Commissione Diocesana di Musica Sacra di Milano per circa quarant’anni; fondatore e Presidente onorario a vita dell’Associazione Organistica “Renato Lunelli” di Trento; socio fondatore del Centro Studi Franzosiniani di Intra.

Ha tenuto corsi sul linguaggio musicale e sulle forme della musica strumentale e vocale all’Università degli Studi di Trento (per 14 anni), all’Università della Terza Età della stessa città e al Pontificio Istituto di Musica Sacra (PIMS) di Roma.

Numerosi i corsi di perfezionamento da lui svolti: presso l’Università di Seul, l’Università cattolica di Busan, l’Accademia Ambrosiana di Musica da Camera di Milano, l’Istituto Musicale “Folcioni” di Crema, l’Associazione Musicale di Trecastagni, l’Associazione organistica “Lunelli” di Trento, l’Abbazia di Montecassino, l’Accademia di Musica Italiana per Organo di Pistoia, la Scuola Diocesana di musica di Brescia, l’Associazione musicale “Musica Temporis” di Lucca, il Conservatorio di L’Aquila, di Trento, di Brescia, di Milano, di Torino, di Rovigo… Altri corsi di musica antica, usando organi di rilevanza storica, in varie sedi italiane ed estere (Arona, Cassano M., Marostica, Trento, Pordenone, Cremona, Piacenza, Palermo, Lugano, Bellinzona, Danzica, ecc… ).

Ha tenuto lezioni-concerto e master-class per: Università di Cambridge, Accademia di Musica di Danzica e di Varsavia, Orgel Festival di Stoccolma, Università Teologica Protestante di Seul, Università Cattolica di Busan, “Departemento Episcopal de Musica Liturgica” del Messico, Radio Svizzera, Associazione Ticinese Organisti, varie sedi della Gioventù Musicale d’Italia, Seminario Maggiore della Diocesi di Milano in Venegono Inferiore, Coro Polifonico Romano, PIMS di Roma, Associazione Organistica “Renato Lunelli” di Trento, “In Tempore Organi” di Arona, “Associazione Italiana Organisti di Chiesa” di Cremona, Conservatorio de l’Aquila, Conservatorio di Brescia, Conservatorio di Trento, vari Conservatori di Musica e altre Istituzioni musicali, Scuole statali e private. Ha collaborato per molti anni con la Scuola “Organisti Alto Novarese” di Verbania.

Molteplici sono le relazioni e le conferenze presso: Università Cattolica di Milano, Università di Palermo, Conservatorio di Novara, Provincia di Trento, Accademia Filarmonica di Trento, nonché a Genova, Vicenza, Nuoro, Ravenna; interventi formativi per il clero delle Diocesi di Milano, Venezia, Padova, Brescia, Trento, Vittorio Veneto, Chiavari, Reggio Calabria.

La sua intensissima attività concertistica in qualità di solista e in collaborazione con orchestre, strumentisti, cori e cantanti, lo ha portato in tutta Italia, in tutta Europa, Russia, Siberia, U.S.A., Giappone, Messico, Corea,  Repubblica Dominicana, offrendogli la possibilità di esibirsi nelle più significative e importante sedi, tra le quali si citano: Accademia di Francia (Villa Medici di Roma, in diretta radiofonica), Tchaikovsky Concert Hall di Mosca, Auditorium di Kazan, Samara, Perm, Omsk, Università di Seul, Cattedrale di Kwan-Ju, Duomo di Su-won, Cattedrale di S.Francisco, Teatro di Fresno (California), Westminster Abbey di Londra, Notre Dame di Parigi, St. Lorenz e St. Sebaldus di Norimberga, Castello di Stettino, Abbazia di Melk, Tokyo, Kanazawa, Rejkyawik, Festival Internazionale di Avignone, Vienna, Edimburgo, Chester, Madrid, Santiago di Compostela, Pamplona, Loyola, Cattedrale di Leon, Lugano, Basilea, Budapest, Zagabria, Torreòn e Morelia (Messico), Palma di Maiorca, Malaga, Danzica, Varsavia, Sala della Filarmonica di Kaliningrad, Vilnius, S. Pietro a Roma, Duomo di Milano, S. Marco di Venezia, San Vitale di Ravenna, S. Maria Maggiore di Bergamo, Cattedrale di Lucca, Montecassino, Aosta, Pisa, Cremona, Mantova, a Perugia, Trieste, Bari, Palermo, Pesaro, Milano, Nuoro, S. Maria Maggiore e Duomo di Trento, Bolzano, Cattedrale di Messina, Santuario della Verna, Antoniano di Bologna, Duomo di Arezzo, Sala Verdi di Milano, Teatro Filarmonico di Verona, Salone dell’Apostolato Liturgico di Genova, Conservatorio di Genova, Conservatorio di Bolzano, di Torino, di Rovigo, Università di Tubinga, Università di Malaga, Università Normale di Pisa, Università Cattolica del “Sacro Cuore” di Milano, Università di Trento, Università di Palermo,…

In diverse occasioni ha prestato la sua opera di organista per celebrazioni liturgiche presiedute dal Santo Padre, tra cui quella a S. Pietro in Roma per il Centenario Perosiano.

Ha tenuto concerti anche in qualità di pianista e di clavicembalista. Ha collaborato con l’Associazione Italiana di S. Cecilia (AISC) tenendo relazioni e concerti.

La più qualificata critica nazionale e internazionale gli riconosce la capacità di proporre con chiarezza interpretativa, proprietà di stile e gusto, un vastissimo repertorio comprendente le scuole organistiche antiche, romantiche, moderne e contemporanee. Le sue prestazioni sono accompagnate da recensioni altamente positive da parte della stampa. Dato il considerevole numero di recensioni, si citano, a titolo di esempio, alcune testate: Frankfurter Allgemeinde Zeitung, Nurnberger Zeitung, Svenska Darblandet, Gtos Szcsecski, Il Giornale di Danzica, Il Corriere del Ticino, Basel Zeitung, S.Francisco Press, The Press Democrat, L’Italo Americano, Vellkblat Darmstadter Echo, Giornale di Palma di Maiorca, Lietuvos Aidas, diversi giornali russi, La Stampa, Il Tempo, L’Osservatore Romano, La Nazione, Il Resto del Carlino, La Gazzetta del Mezzogiorno, Il Lavoro, Studi Cattolici, Civiltà Cattolica, Il Mattino, L’Ora, L’Alto Adige, Il Messaggero, Strumenti e Musica, Stereoplay, Il Corriere della Sera, Il Piccolo, La Gazzetta di Parma, L’Avvenire, Il Corriere di Arezzo, Arte organaria e organistica, Il Tirreno, La Provincia.

Compositori di chiara fama gli hanno dedicato pezzi per organo: D. Bartolucci, V. Miserachs Grau, G. Viozzi, T. Zardini, A. Zanon, P. Conti, A. Solbiati, R. Dionisi, A. Mascagni, L. Espinosa, E. Michelotti, C. Moser, L. Molfino, N. Vitone, L. Migliavacca, G. Pedemonti, G. Bellucci, I. Bianchi, C. Vaira, G. Facchinetti, F. Valdambrini, P. Ugoletti, A. Martorell, G. Radole, I. Danieli, S. Presciuttini, R. Olzer, A. Donini, F. Tasini, L. Bonoldi, L. Garbini, A. Mazzanti. P. Ferrario, R. Bracesco, V. Pasceri, ed altri.

Copiose sono le riprese e le registrazioni televisive, cinematografiche e radiofoniche per enti statali e privati, italiani ed esteri. In campo discografico ha svolto una notevole attività con numerose incisioni: settanta tra LP e CD, con musiche di J. S. Bach e della famiglia Bach, le sonate per organo di G. Valeri, le 12 sonate di Rampini (prima incisione mondiale) e autori vari del ‘700, ‘800, ‘900. Recenti realizzazioni: l’integrale per Clavicembalo di Domenico Bartolucci; musiche di Autori contemporanei italiani; musiche inedite della Biblioteca del Conservatorio di Brescia; musica di Mozart; composizioni di Autori Trentini, musiche dell’ottocento italiano e altre incisioni miscellanee; nell’anno 2014 sono usciti due CD: sullo storico organo della Parrocchiale di Suisio (BG) con musiche italiane ottocentesche e sul grande organo della Cattedrale di Cremona con significative opere di autori appartenenti a varie scuole dell’otto-novecento. Per realizzare i dischi di musica antica ha sempre scelto organi di sicuro valore documentario per la loro originalità, storicità e validità artistico-monumentale.

È stato chiamato a far parte della giuria del Concorso Organistico Internazionale “Pachelbel” di Norimberga, del Concorso Organistico Internazionale “Ciurlionis” di Vilnius, del Concorso internazionale “Sweelinck” di Danzica, del Concorso Organistico Internazionale di Kaltern, del Concorso Nazionale di Esecuzione Organistica “Città di Viterbo”, del Concorso Organistico Nazionale “Monserrato” di Vallelonga in Calabria, del Concorso organistico “Bucchi” di Roma, del Concorso Organistico Internazionale “Callido” di Borca di Cadore, del Concorso Organistico “Spinelli” di Cassina Amata (Milano), del Concorso internazionale “Schubert” di Cremolino, del Concorso di Battipaglia, del Concorso di Acqui Terme, del Concorso di Ovada, del concorso ministeriale “Delle Arti” presso i Conservatori di Bologna e di Torino, del Concorso di Trento-Bolzano, di concorsi di composizione, di esecuzione corale e di musica sacra.

È membro dell’Accademia degli Agiati di Rovereto, dell’Accademia degli Accesi e del Buonconsiglio di Trento, dell’Ateneo di Scienze Lettere e Arti di Bergamo (17 novembre 2013). È Commendatore “Al Merito della Repubblica Italiana”; Commendatore dell’ “Ordine di San Gregorio Magno” della Sede Apostolica – Città del Vaticano. Rotariano del Club Busto-Gallarate-Castellanza “La Malpensa”, è stato insignito due volte dell’onorificenza “Paul Harris Fellow” del Rotary International: Gallarate (1990), Lucca (2015). E’ socio onorario dell’Unione Italiana dei Ciechi, sede di Trento.

L’Associazione Italiana Organisti di Chiesa gli ha conferito il Premio alla carriera. Il Vescovo di Trento gli ha conferito il diploma con medaglia d’argento in segno di riconoscenza per la sua opera di docente e concertista in diocesi; la Città di Gallarate gli ha conferito il premio “Due Galli” durante la festa della riconoscenza; il giornale “La Prealpina” di Varese, in occasione del centenario della fondazione, lo ha incluso nei cittadini benemeriti della provincia e con cerimonia pubblica gli ha conferito diploma con medaglia d’oro; l’Associazione culturale “In Novitate” della Città di Novi Ligure gli ha conferito nell’anno 1997 il premio Torre d’oro con cerimonia pubblica nel Palazzo comunale.

In data 28 settembre 2006 il Sindaco del Comune di Trento, Dott. Alberto Pacher, gli ha conferito l’alta onorificenza, con diploma e medaglia d’oro, dell’ “Aquila ardente di San Venceslao, antico sigillo della Città”, per le sue benemerenze in campo artistico-musicale, didattico e culturale.

In data 23 ottobre 2008, la Città di Novi Ligure gli ha conferito il “Premio dei campionissimi Fausto Coppi e Costante Girardengo” per i suoi meriti artistici.

In data 12 novembre 2009, l’Associazione “M. A. Ingegneri” di Cremona gli ha conferito la nomina di “Socio benemerito”.

Nel mese di agosto 2014, l’Associazione Organi Storici in Cadore gli ha conferito l’alto riconoscimento del “Tromboncino d’oro” con la motivazione: ”All’abilissima arte d’organista di successo internazionale…”.

Nel mese di luglio 2006 è uscito il volume “Schegge in contrappunto, colloqui con il musicista – organista Giancarlo Parodi”, edito dalla Libreria Editrice Vaticana e dal PIMS di Roma.

Il suo profilo bibliografico è incluso nel Dizionario della Musica e dei Musicisti della Casa Editrice UTET di Torino.

Per la sua competenza specifica è invitato a progettare e a collaudare nuovi strumenti e restauri di organi storico-artistici. Tra i numerosi incarichi si cita la consulenza, progettazione fonica ed esecuzione del concerto inaugurale del grande organo della Basilica di Loreto in occasione dei festeggiamenti per il VII centenario.

Con la sua attività di docente, organista liturgico, concertista e conferenziere, contribuisce a divulgare la cultura organistica in Italia e all’estero.


separator