LINGUA LATINA dei testi liturgico-musicali

separator

Docente: Tommaso Gaglia

Coloro che praticano il repertorio sacro occidentale e la liturgia vengono spesso a contatto con testi in lingua latina. Comprendere tali testi – anche solo nel loro significato complessivo – è di grande aiuto, e forse necessario, per una corretta esecuzione, interpretazione e apprezzamento della musica stessa.


DESTINATARI
Studenti di musica corale, cantori di compagini strumentali amatoriali o professionali, organisti, studenti di conservatorio e istituti musicali e tutti coloro che, non solo per motivi musicali, vogliono accostare con consapevolezza i testi liturgico-musicali.


REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE
Il corso, di carattere propedeutico, non presuppone conoscenze previe della lingua latina, ma solo un medio livello di scolarità. Può essere quindi seguito da chi non ha mai affrontato lo studio del Latino, o da “falsi principianti” che vogliono mettere ordine nelle conoscenze che già possiedono. È auspicata la partecipazione a liturgie che prevedono l’uso della lingua latina e a celebrazioni o manifestazioni programmate nell’ambito dei Laboratori di canto gregoriano e delle attività del Dipartimento di Musica Antica.

 

L’iscrizione per chi non ha mai partecipato ad attività della Scuola sarà perfezionata dopo un colloquio con i referenti del corso.

 

GIORNO DI LEZIONE
Due moduli da 10 incontri ciascuno, il mercoledì, dalle 18.45 alle 20.15.

 

CONTRIBUTO
Singolo modulo: € 140.

Entrambi i moduli: € 250.

 

Gli iscritti a entrambi i moduli e al Laboratorio di canto gregoriano o ai corsi del Dipartimento di Musica Antica usufruiranno di riduzioni del contributo.

 

Gli iscritti che lo desiderano potranno partecipare a due esercitazioni di canto gregoriano in cui saranno eseguiti alcuni testi accostati durante il corso.

 

Il corso verrà attivato al raggiungimento di dodici iscritti.

Iscrizioni aperte fino al 31 ottobre 2017



separator